Stefano Zenni

Storia Del Jazz, Una Prospettiva Globale

(Copyright)

Main Details
Credits
Author Stefano Zenni
Publisher Nuovi Equilibri
Publisher Series Jazz People
Printed by Iacobelli srl
About/Subject King Oliver
About/Subject New Orleans Rhytm Kings
About/Subject Jelly Roll Morton
About/Subject Louis Armstrong
About/Subject Earl Hines
About/Subject Bix Beiderbecke
About/Subject Fletcher Henderson
About/Subject Don Redman
About/Subject Duke Ellington
About/Subject Fats Waller
About/Subject Luis Russell
About/Subject Boswell Sisters*
About/Subject Bennie Moten
About/Subject Cab Calloway
About/Subject Jimmie Lunceford
About/Subject Chick Webb
About/Subject Coleman Hawkins
About/Subject Django Reinhardt
About/Subject Benny Goodman
About/Subject Count Basie
About/Subject Art Tatum
About/Subject Teddy Wilson
About/Subject Bunny Berigan
About/Subject Roy Eldridge
About/Subject Lester Young
About/Subject Mildred Bailey
About/Subject Billie Holiday
About/Subject Nat "King" Cole
About/Subject Charlie Christian
About/Subject Dizzy Gillespie
About/Subject Charlie Parker
About/Subject Woody Herman
About/Subject Bud Powell
About/Subject Thelonious Monk
About/Subject Lennie Tristano
About/Subject Stan Kenton
About/Subject Jimmy Giuffre
About/Subject Charles Mingus
About/Subject Clifford Brown
About/Subject Horace Silver
About/Subject Art Blakey
About/Subject Miles Davis
About/Subject Sonny Rollins
About/Subject John Lewis (2)
About/Subject Modern Jazz Quartet
About/Subject John Coltrane
About/Subject Eric Dolphy
About/Subject Bill Evans
About/Subject Ornette Coleman
About/Subject Cecil Taylor
About/Subject Albert Ayler
About/Subject Archie Shepp
About/Subject Sun Ra
About/Subject Bill Dixon
About/Subject Wynton Marsalis
About/Subject Anthony Braxton
About/Subject Julius Hemphill
About/Subject Henry Threadgill
About/Subject Steve Coleman
About/Subject Tim Berne
About/Subject Jan Johansson
About/Subject Krzysztof Komeda
Date
Copyright
Identifying Codes
ISBN 978-88-0222-184-9
Barcode (EAN) 9788862221849
Format Paperback
Publication Location Italy
Genre
Page Count 601 pages
Language Italian
Chapters RINGRAZIAMENTI - p. 5.
GUIDA ALLA LETTURA - p. 7.
PRELUDIO - p. 9.

Capitolo I - BAMBOULA! SCHIAVI AFRICANI, MUSICHE AMERICANE - p. 15.
Storie di culture migranti - p. 15.

Capitolo II - THE ENTERTAINER. TRADIZIONI ORALI E REPERTORI SCRITTI - p. 34
Composizione e spettacolo - p. 34.
La chitarra e lo spartito: la diffusione del blues - p. 43.

Capitolo III - BUDDY BOLDEN''S BLUES. I SUONI DI NEW ORLEANS - p. 51.

Capitolo IV - BLACK AND TAN FANTASY. LE MIGRAZIONI URBANE DEL JAZZ - p. 71.
Modernismo in bianco e nero - p. 71.
Estetica ed economi della nuova musica - p. 83.
Le notti di Chicago - p. 93.
Professione jazzista - p. 93.
Il regno della polifonia: King Oliver - p. 99.
New Orleans Rhythm Kings - p. 104.
Nostalgia di un mondi nuovo: Jelly Roll Morton - p. 105.
Gli architetti del solismo: Louis Armstrong e Earl Hines - p. 1111.
Il ricco tessuto del jazz nero - p. 119.
Giovani ribelli bianchi - p. 121.
In a Mist: la parabola di Bix Beiderbecke - p. 123.
New York e il cosmopolitismo nero - p. 128
Nasce lla big band: Fletcher Henderson e Don Redman - p. 128.
La giungla urbana di Duke Ellington - p. 134.
Le contraddizioni dell'Harlem Renaissance - p. 140.
Le grandi orchestre nere - p. 143.
Futurismo da camera: i virtuosi bianchi - p. 145.
L'espansione globale del jazz - p. 149.

Capitolo V - STOMPING AT THE SAVOY. GLI ANNI DELLA DEPRESSIONE - p. 156.
La danza e la musica: il lindy hop - p. 156.
Nuovi attori in scena: la radio e il management - p. 163.
Il mattatore: Louis Armstrong - p. 168.
Fats Waller: pianista - p. 171.
Symphony in Black: Duke Ellington - p. 174.
La fantasia al potere: Luis Russell e le Boswell Sister - p. 177.
Il panorama delle orchestre regionali - p. 178.
Il Sudovest e la Kansas City di Benny Moten - p. 182.
The Scat Song: Cab Calloway - p. 186.
Rhythm is our business: Jimmie Lunceford - p. 188.
Take it easy. Altre orchestre nere - p. 190.
Chick Webb: il piccolo grande uomo - p. 192.
I grandi solisti: trombe - p. 192.
I grandi solisti: tromboni - p. 195.
Coleman Hawkins e i sassofoni - p. 197.
La scena europea - p. 199
Uno zingaro regnante: Django Reinhardt - p. 200.

Capitolo VI - I GOT RHYTHM. L'ERA DELLO SWING - p. 204.
Musica per una nuova generazione - p. 204.
L'economia dello swing - p. 205.
Jitterburg Waltz: il ballo e gli hipster - p. 210.
Il nuovo repertorio - p. 212.
New World A-Comin'. La politica dello Swing - p. 215.
Questioni di diritti e d'autori - p. 219.
Roll 'Em. Le big band - p. 221.
Lo Swing come perfezione: Benny Goodman - p. 221.
Count Basie conquista l'America - p. 227.
Lo Swing regionale - p. 230.
Le narrazioni cromatiche del Duca - p. 232.
From Spirituals to Swing. La coscienza storica - p. 241.
Il Dixieland Revival - p. 245.
Body and Soul. I grandi improvvisatori - p. 247
La strada che non dorme mai - p. 247.
I pianisti: Art Tatum e Teddy Wilson - p. 253.
Le trombe: Bunny Berigan e Roy Eldridge - p. 258.
Coleman Hawkins e Lester Young - p. 260.
Le voci: Mildred Bailey e Billie Holiday - p. 264.
Il buffone e il seduttore: Fats Waller e Nat "King" Cole - p. 267.

Capitolo VII - NOW'S THE TIME: LA GUERRA E LE NUOVE STRADE DEL JAZZ - p. 270.
Charlie Christian e le jam session di Harlem - p. 270.
Gli anni della Seconda guerra mondiale: i V-Disc - p. 272.
La nascita del concerto jazz - p. 275.
Un nuovo paradigma: i piccoli gruppi - p. 280.
La nascita del Bebop - p. 282
Persistenze e discontinuità - p. 282.
Maestri del bebop: Dizzy Gillespie - p. 287.
Maestri del bebop: Charlie Parker - p. 289.
Collaboration. La scrittura del nuovo jazz - p. 294.
Compositori e didatti del mondo classico - p. 294.
Il progressive jazz - p. 296.
A Night in Tunisia. Afro-Cuban Bop - p. 297.
L'orchestra di Woody Herman - p. 302.
Un Ellington sperimentale - p. 304.
Glass Enclosure. Altri mondi del bop - p. 305.
Maestri del bebop: Bud Powell - p. 305.
Maestri del bebop: Thelonious Monk - p. 307.
Le altre via del bop. Dalla California al vocalese - p. 312.
Il quieto radicalismo del cool - p. 319.
Una nuvola sonora: la Tuba Band - p. 319.
Le visioni interiori di Lennie Tristano - p. 322.

Capitolo VIII - WESTERN SUITE. LE DUE ANIME DELLA CALIFORNIA - p. 329.
Gerry Mulligan: contrappunto in punta di piedi - p. 329.
Incident in jazz. Stan Kenton - p. 331.
Pastorale americana: Jimmy Giuffrè - p. 333.
Il suono californiano - p. 334.
La fioritura del jazz europeo - p. 335.

Capitolo IX - BLUES&ROOTS. TRADIZIONI REALI E INVENTATE - p. 340
Charles Mingus e lo sperimentalismo newyorkese - p. 340.
La riscossa della provincia: Clifford Brown - p. 342.
Hard bop in punta di piedi: Horace Silver - p. 346.
L'invenzione della tradizione: il soul jazz - p. 349.
Art Blakey, l'università del jazz - p. 355.
Poesia beat e bohème musicale - p. 359.

Capitolo X - THE REAL AMBASSADORS. LA RINASCITA GLOBALE DEL JAZZ - p. 364,
La Guerra Fredda e le'espansione del jazz - p. 364.
L'onda lunga del mainstream - p. 369.
Such Sweet Thunder, Il ritorno delle big band - p. 374.
La scoperta dell'Africa - p. 376.
Musica delle Americhe; bossa-nova e tango - p. 382.

Capitolo XI - PITHECANTHROPUS ERECTUS. IL RINNOVAMENTO DEL LINGUAGGIO - p. 385.
Cinque per uno: Miles Davis - p. 385.
Entra un grande retore; Sonny Rollins - p. 387.
Oltre alle categorie: John Lewis, il Modern Jazz Quartet e la Third Stream - p. 389.
Scene e rapporti poliformici di Charles Mingus - p. 395.

Capitolo XII - MILESTONES. IL CIRCOLO MODALE - p. 400
Una nuova teoria della musica - p. 400.
Le strade di Kind of Blue - p. 405.
Gli orizzonti di John Coltrane - p. 408.
Forma del tempo; Eric Dolphy e Bill Evans - p. 414.

Capitolo XIII - THIS IS OUR MUSIC. I MOVIMENTI DEGLI ANNI SESSANTA - p. 421.
Una new thing: Ornette Coleman - p. 421,
L'apocalisse del pianoforte: Cecil Taylor - p. 428.
Freedom Now Suite. politica, musica e conquiste civili - p. 430.
La seconda ondata del free: Albert Ayler, Archie Shepp, Sun Ra e Bill Dixon - p. 436.
Generazioni a confronto: l'evoluzione continua - p. 441.
Oltre i confini della forma: Charles Mingus - p. 441.
Una diversa libertà: il quintetto di Miles Davis - p. 443.
Un'altra modalità: la scuola Blue Note - p. 447.
John Coltrane: oltre il rito di ascension - p. 449.
Ritorno al suono. L'esperienza dell'AACM - p. 451.
Conversation with Myself. Sfide in solitudine - p. 455.

Capitolo XIV - GLOBE UNITY. IL JAZZ DALL'AFRICA ALL'EUROPA - p. 458.
Tears for Johannesburg. La diaspora sudafricana - p. 460.
Astigmatic. Il Nord Europa di Jan Johansson e Krzysztof Komeda - p. 462.
Eine Partie Tischtennis. Il nuovo free jazz europeo - p. 468.
Le scuole nazionali - p. 469.
Gli strumenti - p. 474.
Le orchestre - p. 476.
Filosofia dell'improvvisazione musicale - p. 477.

Capitolo XV - I SING THE BODY ELECTRIC. METAMORFOSI TRA ROCK ED ETNICA - p. 480.
Inghilterra e USA. Il rock e il jazz si avvicinano - p. 480.
La svolta elettrica di Miles Davis - p. 483.
Ritmi dal mondo. L'India e gli apolidi del jazz - p. 486.
L'eredità di Miles - p. 491.

Capitolo XVI - MO' BETTER BLUES. IL PASSATO RITORNA - p. 493
La fioritura delle orchestre - p. 493.
Tempi duri, tra i loft e l'accademia - p. 495.
Tempo di revival - p. 498.
Neoclassicismo e riscoperte- dal new hard bop a Wynton Marsalis - p. 500.

Capitolo XVII - SONIC GENOME. PERCORSI CONTEMPORANEI - p. 512
Forme senza confini. Anthony Braxton - p. 512.
Oltre la tradizione: Hemphill, Threadgill e l'Europa - p. 515.
Pulsazioni contemporanee: Steve Coleman, Tim Berne e il postmoderno - p. 519.

CODA - p. 522.

NOTE - p. 527.
BIBLIOGRAFIA - p. 535.
INDICE DEI NOMI - p. 551.
INDICE DEI NOMI - p. 579.

Comments

There are no comments... Yet!
Login or Register to post a comment